Terni: dipendente Equitalia arrestato da Gdf con l’accusa di aver raggirato contribuenti

62

 

   

(ASCA) – Terni, 31 ago – Un 42enne ternano Alessandro Chiappalupi, dipendente di Equitalia Terni ed anche consigliere comunale del Pd, e’ stato arrestato dalla Guardia di Finanza con l’accusa di concussione. Avrebbe sottratto, spiega una nota delle Fiamme Gialle, migliaia di euro alle casse dello Stato, raggirando diversi contribuenti. L’arresto e’ avvenuto stamani negli uffici di Equitalia, in esecuzione dell’ordinanza firmata dal Gip del Tribunale di Terni Pierluigi Panariello, su richiesta dei Pm Fausto Cardella e Lucia Guaraldi che hanno coordinato le indagini.

 Per i finanzieri, Chiappalupi avrebbe ottenuto, con metodi rassicuranti, la fiducia delle sue vittime che si sarebbero rivolte a lui per saldare le proprie posizioni debitorie. Il funzionario, invece, aveva ideato un meccanismo fatto di pressanti contatti e finti interessamenti, volti ad approfittare dello stato di bisogno e di difficolta’ di tali persone che effettuavano i pagamenti nelle sue mani, ignari che lui tratteneva per se’ il denaro, approfittando delle proprie funzioni. Da mesi, si legge ancora, gli investigatori del nucleo di polizia tributaria erano sulle sue tracce, dando seguito alla denuncia di alcuni che si erano visti aumentare il debito piuttosto che estinguerlo. Numerosi sono gli episodi accertati ma non si escludono ulteriori circostanze che potranno emergere a breve. Oltre ad essere analizzata tutta la documentazione acquisita in concomitanza con l’arresto, saranno ascoltate le testimonianze di coloro che vario titolo sono stati coinvolti nel meccanismo illecito.