Le novità fiscali nella manovra 2019/2020

380

La Legge di Bilancio 2020 è stata approvata definitivamente dalla Camera dei Deputati senza modifiche rispetto al testo uscito dal Senato con 334 si e 232 no. il testo definitivo C. 2305 è in attesa di pubblicazione sulla gazzetta Ufficiale.

In precedenza Camera e Senato hanno approvato la conversione in legge del Decreto fiscale collegato alla Legge di bilancio 2020 (DL 124/2019).

Decreto fiscale: i principali interventi

  • stretta sulle compensazioni e contrasto agli indebiti utilizzi di crediti;
  • pene più severe per i reati tributari;
  • maggiore contrasto alle frodi nel settore delle accise;
  • modifiche alla fatturazione elettronica che prevedono:
    • la memorizzazione dei file e il loro utilizzo da parte della GDF 
    • esclusione dall’e-fattura anche per il 2020 per i soggetti che inviano i dati al Sistema Tessera Sanitaria.
    • introduzione della Dichiarazione IVA precompilata, così come dei registri e delle  comunicazioni delle liquidazioni periodiche IVA.
    • modifica all’imposta di bollo.
  • lotta al contante: riduzione a 2.000 euro del tetto per il loro utilizzo, sanzioni per chi non permette di pagare con modalità elettroniche e per chi non permette di partecipare alla Lotteria degli scontrini. Previsto anche un credito d’imposta pari al 30% delle commissioni addebitate ai commercianti per le transazioni effettuate mediante carta di credito;
  • irretroattività della norma che prevede la non esenzione IVA per le scuole guida;
  • un contributo per i dispositivi anti abbandono sui seggiolini dell’auto;

differimento al 2 dicembre per il versamento della rottamazione-ter
 

  • La Legge di Bilancio è intervenuta su:
  • Accise e Iva – sterilizzati gli aumenti
  • Agricoltura –  Ulteriori misure a favore degli agricoltori, dalla proroga dell’esenzione sui redditi dominicali ed agrari allo sconto per gli operatori florivivaistici, all’esenzione dai contributi per i giovani agricoltori. Incentivati gli investimenti in innovazione, nel bio e in favore delle imprese femminili con finanziamenti e crediti d’imposta ad hoc.
  • Casa – Ridotta a regime l’aliquota della cedolare secca sulle locazioni abitative a canone concordato. Prorogate le detrazioni per interventi di efficienza energetica, di ristrutturazione edilizia e per l’acquisto di mobili e grandi elettrodomestici. Introdotto il bonus facciate. Abolita la TASI ma a gettito invariato, quindi con aumento delle aliquote di base dell’IMU.
  • Famiglia – Arriva il rimborso delle spese pagate con carte e bancomat. Addio alle “bollette pazze” e riduzione da cinque a due anni della prescrizione.  Aumentano i bonus bebè e per l’asilo nido. Ridotte le detrazioni per i redditi oltre i 120.000 euro. Tracciabilità per tutte le spese detraibili.
  • Fisco – Introdotte sugar tax e plastic tax. Niente imposte per le imprese che usano materiali riciclati o producono contenitori compostabili. Tassazione più pesante sulle auto aziendali più inquinanti e sui buoni pasto cartacei. Norme più stringenti per l’accesso al regime forfettario. Riapertura rivalutazione terreni e partecipazioni. Nel settore giochi aumento del PREU e delle tasse sulle vincite
  • Imprese –  Si allunga la lista dei crediti d’imposta riconosciuti a fronte degli investimenti delle imprese. Previsti finanziamenti ad hoc per la tutela ambientale. Ripristinato dal 2019 il meccanismo fiscale di Aiuto alla crescita economica – ACE, riaperta la facoltà di rivalutazione di beni d‘impresa e dell’estromissione dei beni strumentali. Dal 2021 l’IMU diventa interamente deducibile. Agevolazioni per il Sud.
  • Lavoro – Agevolazioni per l’assunzione di giovani. Confermato il bonus per le giovani eccellenze.
  • Pensioni –  Ape sociale e “Opzione donna” anche per il 2020. Rivisto dal 2021 il meccanismo di indicizzazione delle pensioni.
  • Riscossione enti locali – Cambia la riscossione degli enti locali che avranno maggiori poteri. Previsto l’atto unico per accertamento e riscossione. Tempi più veloci per fermo e ipoteche. Escluse dalla nuova normativa le multe stradali.