“Truffata dal commercialista”: Ilaria d’Amico indagata per evasione fiscale

34

La conduttrice di Sky è accusata di dichiarazione infedele per aver sottratto al Fisco 400mila euro di Ipef in tre anni.

Avrebbe evaso l’Irpef per circa 400mila euro nel giro di tre anni. Questa è l’accusa formulata alla giornalista sportiva Ilaria D’Amico, finita nel registro degli indagati della Procura di Roma. Il reato ipotizzato è la dichiarazione infedele per il periodo che va dal 2009 al 2011. In attesa degli sviluppi giudiziari, la conduttrice si è detta “truffata dal mio commercialista”, contro cui ha già presentato denuncia. Il legale della D’Amico ha provato a ricostruire la vicenda, sottolineando come “l’errata contabilizzazione di costi inerenti la propria attività professionale” fosse un fatto “già noto alla signora d’Amico fin dal 2013, ed ha determinato, nel momento della loro emersione, la presentazione, il 28 dicembre 2013, di una denuncia per truffa nei confronti dell’ex commercialista di famiglia. È quindi da escludersi qualsiasi volontà di frodare il fisco da parte della signora d’Amico- ha aggiunto- che al contrario sta collaborando con la Guardia di Finanza al fine di arrivare ad un rapido accertamento della vicenda e per veder tutelate le proprie ragioni”.