Tiziano Ferro nel mirino del Fisco, accertamento per evasione di 5 milioni

83

Il cantante avrebbe trasferito la residenza a Londra per usufruire del sistema di tassazione inglese, molto più vantaggioso di quello italiano.

Insieme al nuovo album in uscita il 28 novembre che festeggia i suoi 10 anni d’attività, per Tiziano ferro arrivano anche i guai col fisco. L’Agenzia delle Entrate del Lazio gli avrebbe notificato un avviso di accertamento fiscale di 5 milioni di euro per imposte evase, più altri 5 milioni di euro tra sanzioni e interessi.

Il cantante avrebbe cercato di aggirare il fisco portando la residenza da Latina a Londra. Secondo l’Agenzia delle Entrate del Lazio Tiziano Ferro ha sì preso la residenza nella city ma è poi rimasto in Italia per più dei 183 giorni concessi dalla legge: il cantante avrebbe quindi usufruito del sistema contributivo inglese, molto più vantaggioso di quello italiano, mantenendo di fatto nel nostro paese il centro degli affari e dell’attività.

Per Fabrizio Giannini, manager di Ferro, la notizia è “vecchia ed errata”, mentre il capo ufficio accertamento dell’Agenzia delle Entrate del Lazio Ugo Romano si limita a sottolineare di non poter «né confermare né smentire la notizia”.